Home | Pitch e presentazioni | Una mini guida su come preparare il Pitch
Una mini guida su come preparare il Pitch

Una mini guida su come preparare il Pitch

Presentare la propria idea di Business ad investitori, potenziali soci o partner rimane alla base del successo di qualunque StartUp. Tuttavia per alcuni preparare il Pitch, quel discorso di presentazione breve ma completo rivolto tipicamente agli investitori, rimane una grande difficoltà.

Questo articolo vuole essere una piccola guida per preparare il Pitch di presentazione, evitando di dimenticare qualche informazione importante. Il Pitch infatti non deve essere troppo lungo, qualcuno dice massimo 15 slides, ma neanche deve “saltare” informazioni importanti che gli investitori si aspettano di sapere.

Lo scopo del Pitch deve essere quello di incuriosire e far nascere l’interesse ad approfondire, non quello di coprire ogni aspetto della StartUp. L’obiettivo del Pitch è quello di arrivare ad avere un secondo meeting con gli investitori.

Ecco le 10 informazioni che dovresti includere, come minimo, nel tuo Pitch di presentazione:

  • Informazioni sulla società come il Nome della Società, il nome dei Soci e il loro ruolo, e gli indirizzi della sede, la mail e i riferimenti telefonici;
  • Problema/Opportunità che la StartUp risolve o coglie. Ogni nuova idea di Business o risolve un problema o crea una opportunità per il futuro cliente della nuova azienda. Quale problema risolve la tua StartUp? Quale beneficio offre? Spiegalo subito!
  • Valore che offri al potenziale cliente, quindi il valore del problema risolto o del beneficio. Se esistono diversi segmenti di clienti, occorre dettagliare il Valore offerto per ogni segmento di clientela. La domanda chiave è perché i clienti dovrebbero scegliere il prodotto o servizio della StartUp?
  • Prototipo/Demo da mostrare, facendo percepire al pubblico quale sia il valore sottostante. Si può trattare di un brevetto, di una particolare tecnologia, un particolare mix di marketing. Se possibile utilizza disegni, foto, grafici e poco testo. Se hai un prototipo fisico questo è il momento di mostrarlo;
  • Modello di Business su cui si basa l’idea di business, cioè da dove arriverà il fatturato, quali input servono al modello, quali saranno gli output;
  • Piano Marketing in cui si spiega come si raggiungeranno i potenziali clienti senza spendere una follia in termini di marketing;
  • Analisi della Concorrenza nel quale dettagliare chi sono i concorrenti, quali sono le loro caratteristiche, in cosa sono più bravi ed in cosa siamo diversi. Per favore non dite che non avete concorrenti!
  • Team, chi ne farà parte, quali sono i ruoli chiave e quali ruoli eventualmente mancano nel team. Non nascondete le eventuali debolezze del team attuale;
  • Previsioni finanziarie ed indicatori nel quale mostrare le previsioni triennali dei principali indicatori (es. fatturato, numero di clienti, tassi di conversione, redditività, cash-flow, ecc.)
  • Stato del progetto e Piano d’Azione che mostra a qual è lo stato di avanzamento, lo stato di realizzazione del prodotto, quali sono i prossimi passi e come si utilizzeranno le nuove risorse.

Questo elenco è il contenuto minimo di un Pitch. Puoi aggiungere altre informazioni ma, il mio consiglio, è quello di non andare oltre le 15 slides di presentazione.

Condividi su

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Show Buttons
Hide Buttons

Prima di uscire... hai scaricato l'EBook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO: "Dall’idea imprenditoriale al Business Plan"

Se oggi stai pensando di avviare una Start Up o una nuova iniziativa imprenditoriale, probabilmente lo vorrai fare con successo e cercando, nei limiti del possibile, di ridurre al minimo i rischi connessi all’avvio di una nuova impresa.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy

Prima di uscire... hai scaricato l'EBook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO: "Dall’idea imprenditoriale al Business Plan"

Se oggi stai pensando di avviare una Start Up o una nuova iniziativa imprenditoriale, probabilmente lo vorrai fare con successo e cercando, nei limiti del possibile, di ridurre al minimo i rischi connessi all’avvio di una nuova impresa.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy