Home | Business Plan | Come descrivere la tua impresa nel Business Plan
Come descrivere la tua impresa nel Business Plan

Come descrivere la tua impresa nel Business Plan

Esiste una sezione nel Business Plan in cui serve descrivere la propria startup. Per evitare di essere o troppo banale o troppo dettagliato, ecco cosa descrivere:

  • Profilo Aziendale. Occorre indicare la denominazione dell’azienda, la sua sede legale, il settore di attività e la forma giuridica assunta (ad es. S.p.a., S.a.p.a., S.r.l., etc.). Inoltre è utile descrivere in maniera sintetica la collocazione geografica della sede principale e delle sedi secondarie e, infine, la tipologia di attività svolta (ad es. industriale, commerciale, etc.);
  • Cenni storici sull’ímpresa. Questo naturalmente non vale per le StartUp ma per quelle aziende che redigono un Business Plan ma hanno già una storia aziendale. In tal caso occorre descrivere l’impresa, indicando i principali eventi che hanno caratterizzato il suo sviluppo, con particolare riguardo evidenza degli anni recenti;
  • Assetto societario. In questa sotto-sezione è utile specificare i soggetti economici e imprenditoriali effettivi dando evidenza, nel caso, a eventuali avvicendamenti accaduti in passato. In base alla natura giuridica assunta, vanno indicati i soggetti che detengono azioni o quote della società e la percentuale posseduta;
  • Soggetti promotori. Per quanto riguarda i promotori del progetto, i c.d. soci fondatori, potranno essere illustrate le esperienze professionali maturate dai soci, sia nell’azienda, sia al di fuori di essa, i ruoli da essi rivestiti all’interno dell’impresa e l’eventuale management esterno cui si è deciso di fare ricorso per funzioni specifiche;
  • Mission. Si tratta di un punto importante in quanto permette di conoscere non solo la natura dell’attività aziendale, ma l’idea imprenditoriale che si riflette nei prodotti/servizi, nei mercati di riferimento, nei bisogni che si intende soddisfare, nella tecnologia adottata, nella struttura organizzativa e negli elementi di differenziazione rispetto alla concorrenza. La conoscenza della mission aziendale è importante in quanto rappresenta la “ragion d’essere” attuale e futura dell’impresa ed il punto di riferimento di qualsiasi decisione strategica aziendale;
  • Dati economico-finanziari maggiormente significativi. In questa sezione è opportuno riportare alcuni dati necessari per dare una prima idea dell’azienda in termini di dimensioni anche in relazione al settore di riferimento. Non occorre entrare troppo in dettaglio, infatti i numeri dettagliati che serviranno al potenziale finanziatore di esprimere un giudizio in merito a solidità, liquidità e redditività che l’impresa è in grado di garantire, sarà invece oggetto del piano economico finanziario riportato nella parte finale del Business Plan;

Ricorda che queste sezioni riassuntive o di sintesi sono molto importanti perché spesso sono le uniche che vengono lette inizialmente dai potenziali investitori per valutare se il Business Plan è degno di essere ulteriormente approfondito.

 

Condividi su

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Show Buttons
Hide Buttons

Prima di uscire... hai scaricato l'EBook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO: "Dall’idea imprenditoriale al Business Plan"

Se oggi stai pensando di avviare una Start Up o una nuova iniziativa imprenditoriale, probabilmente lo vorrai fare con successo e cercando, nei limiti del possibile, di ridurre al minimo i rischi connessi all’avvio di una nuova impresa.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy

Prima di uscire... hai scaricato l'EBook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO: "Dall’idea imprenditoriale al Business Plan"

Se oggi stai pensando di avviare una Start Up o una nuova iniziativa imprenditoriale, probabilmente lo vorrai fare con successo e cercando, nei limiti del possibile, di ridurre al minimo i rischi connessi all’avvio di una nuova impresa.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy